Ionizzazione dell’acqua

L’importanza del pH e dell’ORP per la nostra salute

Quando consideriamo una acqua buona per la nostra salute, i due fattori primari da tenere in considerazione sono proprio l’ORP e il pH. Questi fattori permettono di misurare gli effetti dell’acqua sui nostri tessuti.

Il pH è un’idea sviluppata nel 1909 e significa “potenziale di idrogeno“, E’ un’unità di misura per capire quanti ioni di idrogeno sono concentrati in una qualsiasi soluzione. L’attività di questi ioni possono determinare l’acidità o l’alcalinità di una soluzione con una scala che va da 0 a 14, dove 7 è detto neutro.

Nel corpo umano ci sono vari livelli di pH in aree distinte. Nel nostro stomaco, ad esempio, possiamo avere un pH da 1 a 3,5, mentre il nostro sangue ha un pH di 7,3 – 7,45 e il nostro fluido linfatico varia da 6,5 a 7,5.

All’interno del nostro corpo abbiamo dei sistemi tampone che aiutano per nostra fortuna a mantenere questi livelli di pH a valori ottimali, ma se questi sistemi vengono compromessi o alterati allora possono verificarsi malattie. La causa di questa alterazione può essere tranquillamente attribuibile ai cibi e alle bevande che vengono ingerite.

L’ORP è l’acronimo di Potenziale di ossido riduzione. L’ossidazione è il processo che crea la ruggine o che fa diventare marrone una mela appena tagliata. Una certa quantità di ossidazione è essenziale per la vita, ma una quantità eccessiva fa perdere la sua integrità e la capacità di funzionare correttamente. Questo è ciò che si vuole dire quanto parliamo di ossidazione causata dai radicali liberi.

Quindi se assumiamo costantemente cibi o bevande con un alto ORP positivo, stiamo danneggiando i nostri tessuti. Più alto è l’ORP, più danni causati dall’ossidazione possono verificarsi nel nostro organismo. L’alimentazione prevalentemente acida che bombarda il nostro corpo giornalmente può causare un’alterazione del nostro organismo. Per prevenire l’ossidazione e aiutare il nostro corpo a diventare forte è necessario introdurre una buona quantità di anti ossidanti ed evitare di introdurre sostanze acide.

Il pH e l’ORP di alcune delle principali bibite esistenti
Coca-Cola: ha un pH di 2.8 che la rende una delle bibite con il più alto contenuto acido. E’ leggermente meno acida dell’acido solforico. Il suo ORP è di +410 che è veramente deleterio per le cellule
Pepsi: è leggermente meglio con un pH 3.2, ma il suo ORP supera i +450
Sprite: ha un pH di 3.5 ma un ORP di circa + 550
Propel Fitnes Water: ha un pH 3.6, ma è comunque molto acida, è una bibita per i sportivi è quello che fa è distruggere i tessuti dal momento che il rafforzamento muscolare crea una gran quantità di acidi metabolici come l’acido lattico piruvico. L’OPR è migliore +280, ecco perché tende a fare sentire le persone più energiche. Anche se è veramente molto alto.
AcquaFina: è l’acqua ad osmosi inversa imbottigliata dalla Coca-cola, ha un pH di 5.2 che è un po’ meglio ma ha un ORP che arriva anche a 542.
Acqua ad osmosi inversa: può avere un pH molto più accettabile pH 6,5 ma il suo ORP è più alto di qualsiasi altra bibita.
Red Bull: è molto acida pH 3.2 e ha un OPR che uccide +462
Gatorade: ha un pH 3.5 e un ORP +325 che è dovuto agli alti livelli di sodio che contiene
Vino: ha un pH acido 4,05 ma il suo ORP è basso circa +232 che è spiegato in molti studi clinici come effetto anti ossidante dell’uva.
Acqua del rubinetto: ha un pH di circa 7,2 ed ha un ORP che arriva a +320, purtroppo questi valori abbastanza “buoni” rispetto alle altre sostanze, sono dovuti agli agenti chimici che vengono introdotti nell’acqua.

Leave a Reply