Cavolini di Bruxelles: ricchi di vitamine, sali minerali, proteine e fibre

cavolini di Bruxelles contengono una buona quota di sali minerali, tra cui fosforo e ferro; proteinefibrevitamine, in particolare vitamina C, vitamina A, vitamina K e vitamine del gruppo B.

A dispetto del nome, i cavolini di Bruxelles sono coltivati soprattutto nell’Europa centro-settentrionale e sono una verdura tipica della stagione invernale.

Hanno un’azione benefica sul metabolismo ormonale femminile e gli vengono riconosciute proprietà antianemiche e disintossicanti.

Questi cavoli in miniatura sono considerati dei veri e propri stimolanti dell’attività cerebrale e della concentrazione; pare che questa proprietà derivi dalla combinazione tra tiamina acido folico, di cui sono piuttosto ricchi.

I cavolini di Bruxelles sono una miniera di antiossidanti, tra cui tiocianati, indoli, zeaxantina, sulforafano e isotiocianati; per questo motivo sono considerati un alimento utile nella prevenzione dei tumori, in particolare di quelli della prostata, del seno e del colon. La zeaxantina, inoltre, protegge la retina degli occhi.

La vitamina K contenuta nei cavolini di Bruxelles è molto utile alla buona salute delle ossa.

Il contenuto in fibra alimentare risulta particolarmente efficace nella regolarizzazione dell’intestino (contro la stipsi)

  Ingredienti:

  • 20 cavolini
  • 2 cucchiai di malto d’orzo
  • 2 cucchiai di aceto balsamico
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • sale

Preparazione:

Monda i cavoli e mettili in una casseruola con un pò di acqua e sale, cuoci con il coperchio per 5 minuti. Aggiungi l’aceto, il malto e mezza tazza di acqua. Cuoci ancora per 20 minuti con il coperchio.

 Con il contributo di Elisa Zapparoli, Naturopata Riflessologa, Floriterapeuta

 

Leave a Reply